09 Set 2013

Come si conservano le merci a temperatura controllata?

La catena del freddo e gli alimenti a temperatura controllata: come essere sicuri dei prodotti acquistati al supermercato?

L’espressione catena del freddo indica il mantenimento dei prodotti surgelati ad una temperatura costante e comunque inferiore ai -18 °C lungo tutto il percorso dalla produzione alla vendita, comprese le fasi di trasporto, stoccaggio ed esposizione. Tale mantenimento è necessario per evitare processi di scongelamento, anche parziale; il successivo ricongelamento, avvenendo con modalità molto diverse dalla surgelazione iniziale, provoca in primo luogo un deterioramento delle proprietà organolettiche dell’alimento. Inoltre, ogni rottura della catena del freddo favorisce lo sviluppo di microrganismi, in modo più o meno grave a seconda della temperatura e della durata; alcuni microrganismi sono in grado di moltiplicarsi anche a temperature inferiori allo zero (interruzione della catena del freddo senza scongelamento).

La sicurezza nella conservazione delle merci

A garantire nel tempo i servizi offerti, il Gruppo Catone opera in regime di HACCP ed è stato certificato SQS ISO 9001/2008. Grazie alle sofisticate attrezzature che vengono messe a disposizione, la merce è controllata da sistemi computerizzati, dalle operazioni di ricevimento alla consegna, ed è direttamente collegato al nostro sistema contabile.

L’azienda ha a sua disposizione strumenti che permettono una gestione tecnologica di tutte le attività logistiche e del controllo di qualità dei prodotti all’interno dei magazzini a temperatura controllata, nonché della preparazione di ordini in entrata e in uscita, gestione degli stock, emissione picking e gestione amministrativa delle merci che garantiscono un’elevata garanzia per i prodotti.

[top]